Punto G maschile: i segreti dell’orgasmo prostatico

Anche gli uomini hanno un punto G… o meglio un punto P per “Prostata”. Dove si trova il punto G maschile? Perché è erogeno? Come raggiungere il piacere della prostata senza rischi?

Studi recenti suggeriscono che gli uomini possono trarre molto più piacere da una forma alternativa di stimolazione. 

La chiave è sapere come separare l’orgasmo dall’eiaculazione in modo da moltiplicare l’erezione e il piacere.

Punto g maschile

Un uomo può avere un orgasmo stimolando una zona diversa dal pene? Sì, è possibile. Non è una questione di moda, né di gusto sessuale, né di competenza, anche se quest’ultima è necessaria. L’orgasmo della prostata è, come descritto in uno studio recentemente pubblicato sulla rivista ‘Clinical Anatomy’, una questione di pura anatomia maschile. Non è uno scherzo. Per quanto scatologico possa sembrare, stimolare la prostata attraverso la parete rettale può provocare sensazioni eccezionalmente piacevoli negli uomini. Semplice! Gli uomini hanno zone erogene oltre il pene, quindi…andate avanti, miei prodi!

Nonostante sia una tecnica popolare per moltiplicare il piacere maschile, il massaggio prostatico è ancora un tabù che merita di essere scoperto. Nessuno dovrebbe essere spaventato da nuove sensazioni. Bisogna notare che questo orgasmo è diverso da quello del pene. Apre un’altra dimensione di piacere basata su sensazioni più profonde. Roy Levin, in uno studio realizzato per l’Università di Sheffield, avverte che, dopo aver consultato l’opinione di coloro che l’avevano provato, quasi tutti riconoscevano la loro perplessità di fronte a tale piacere. Uno di loro, secondo lo studio, ha definito il climax raggiunto con questa pratica come “una sorpresa gigantesca”.

Orgasmo maschile

Cos'è il punto G negli uomini?

Si suppone che ci sia questo punto nel nostro corpo che scatena un fuoco d’artificio estatico dei sensi. Un’eruzione di lussuria. E per molte/i è…un nome di una persona speciale. 

Per iniziare a cercare il punto G in un uomo, è necessaria una breve escursione nell’anatomia. La prostata si trova sotto la vescica. Ha il compito di racchiudere l’uretra ed è spesso chiamata anche ghiandola prostatica. Non è più grande di una castagna. È composto da fibre muscolari e varie ghiandole. La prostata ha il compito di produrre una secrezione. Ha un aspetto da lattiginoso a chiaro e, integrato dalle cellule spermatiche, diventa l’eiaculato. Il fluido è alcalino, il che aiuta il movimento dello sperma. La secrezione è assolutamente necessaria per la fecondazione. Senza il fluido alcalino, gli spermatozoi non hanno alcuna possibilità nella vagina (un ambiente acido che li distruggerebbe immediatamente).

Stimolazione della prostata

Quando si parla di punto G negli uomini, ci si riferisce principalmente alla ghiandola prostatica. Tuttavia, per poterlo stimolare, è necessario lavorare con le dita o con vari sex toys. Le dita o i giocattoli vengono inseriti nell’ano. Deve essere applicato un leggero massaggio che assicura che si crei una speciale sensazione di piacere.

Gli stimoli causano una pulsazione negli ureteri. I muscoli della prostata si contraggono. Il risultato sono lievi contrazioni che iniziano nella zona dei muscoli del pavimento pelvico. Per alcuni uomini, la stimolazione della prostata provoca già un orgasmo.

stimolazione prostata

L’inserimento di dita o giocattoli nell’ano deve essere fatto con attenzione. Uno stretching lento del muscolo è fortemente raccomandato. Se l’uomo si sente a disagio si dovrebbe fare una breve pausa. Lo stiramento è facilitato si preme leggermente appena viene inserito qualcosa.

Se si usano le dita, i guanti di lattice possono garantire un’igiene adeguata. Gli oggetti inseriti nell’ano devono essere adeguatamente puliti e disinfettati. È anche possibile mettere un preservativo. Questo dovrebbe essere completato con un sacco di gel lubrificante che ne facilita l’inserimento.

È essenziale assicurarsi che gli oggetti non siano rotti, non abbiano angoli e quindi non possano causare ferite. Per le unghie, è importante che siano tagliate corte e rotonde. Ci sono giocattoli sessuali speciali che sono specifici per l’ano.

Rischi e precauzioni

Se non si seguono le precauzioni di sicurezza raccomandate, possono verificarsi lesioni all’ano. Gli strappi nel muscolo sfintere o lo stiramento eccessivo e troppo rapido a volte lasciano danni duraturi. 

Prima di stimolare il punto G negli uomini, è importante ricordare che la prostata è molto sensibile. Deve essere stimolato delicatamente, in modo da non ferire le membrane mucose presenti in questa zona.
È importante limitare il più possibile il rischio di infezione, quindi ricordati di pulire la tua zona anale prima di iniziare il massaggio prostatico.
È lo stesso per le dita, devono essere pulite e con le unghie tagliate per evitare i rischi di infezioni e lesioni.

Se si verifica un’emorragia durante la stimolazione, questo indica delle lesioni. Inoltre, c’è un rischio maggiore di infezione. Possono essere trasmesse epatite B o C e l’HIV. Se si verificano delle lacerazioni, possono essere lenite con del ghiaccio per evitare un’emorragia più grave.

Come accedere al punto G maschile?

È facile se sai come fare. Lento e costante. Si tratta di trovare l’equivalente maschile del famoso punto G di una donna. La cosa principale, dicono gli esperti, è la fiducia, il rilassamento e l’immaginazione per trovare il punto P maschile. Si trova in una specie di porta sacra e sconosciuta dell’estasi: nel retto, nella prostata, vicino al collo della vescica. È una zona ricca di terminazioni nervose e vi si accede, ovviamente, attraverso l’ano. Ma non fatevi prendere dal panico. Quelli che l’hanno provato dicono che ne vale la pena.

punto P

Si può eseguirlo inserendo un dito, un vibratore o qualsiasi tipo di imbracatura di penetrazione nell’ano una volta che la zona rettale è stata stimolata. Premendo direttamente sui nervi che circondano la vescica, il piacere e l’eccitazione sono immediati. I fluidi e la pressione sanguigna si concentrano alla fine dell’uretra creando una sensazione di pesantezza. È a questo punto che si può raggiungere un orgasmo senza eiaculazione. Per realizzarlo in modo pieno e piacevole sia per l’esecutore che per il ricevente, è anche essenziale controllare la respirazione. Alcuni anni fa è stato effettuato uno studio su 65 uomini che controllavano la loro respirazione nel momento di maggiore eccitazione sessuale. E i risultati hanno mostrato un miglioramento delle erezioni, del controllo dell’eiaculazione e dell’intensità dell’orgasmo.

Gestire la respirazione per raggiungere l'orgasmo

A questo proposito, gli esperti danno alcuni consigli su come gestire la respirazione. Inspirare in cinque secondi, trattenere il respiro per altri cinque ed espirare l’aria è uno dei trucchi più efficaci per raggiungere un orgasmo lento e controllare l’espulsione dello sperma. Gli stessi sessuologi dello studio insistono anche sul fatto che è necessario conoscere la differenza tra orgasmo ed eiaculazione. 

respirazione e orgasmo

L’orgasmo, che è una delle cose che provoca il massaggio prostatico, è una sensazione fisica e psicologica di piacere. L’eiaculazion

e, invece, è l’espulsione di sperma che accompagna l’orgasmo. Il punto di partenza per godere di un orgasmo prostatico è proprio sapere come separar

e l’orgasmo dall’eiaculazione in modo che l’erezione e il piacere si moltiplichino e durino molto di più.

L’orgasmo della prostata è, come quasi tutto nel sesso, una questione di creatività e coraggio. Sperimentare e cercare nuove posizioni o scambiare i ruoli sono alcune delle opzioni per combattere la monotonia sotto le coperte. Lasciare i pregiudizi fuori dalla camera da letto, uscire dalla zona di comfort sessuale, indagare altre zone erogene con l’introduzione di nuovi sex toys sono alcune delle linee guida che quasi tutti i sessuologi raccomandano. Non ci sono limiti!

Preconcetti sul punto G maschile

L’argomento del punto P o punto G maschile è ancora tabù. Tutto ciò che ha a che fare con l’ano ha una connotazione omosessuale per gli uomini. Spesso gli uomini hanno paura di essere guardati dagli altri e di essere fraintesi se ne parlano.

Alcuni uomini non vogliono nemmeno sentirne parlare. Quindi, se come donna sei tentata di farglielo provare, sii delicata su questo argomento, in modo che l’uomo non si senta svalutato. La società di oggi è ancora concentrata sul piacere fallo-centrico. È un peccato non aprirsi a questo metodo che esiste da secoli.

Anche il dolore è un malinteso comune. Certo, può sembrare un po’ sgradevole all’inizio. A volte possono essere necessari diversi tentativi per raggiungere l’orgasmo e l’esplosione di sensazioni, ma tutto si può imparare, e con la pratica non sentirete più alcun disagio.

Devi sapere che il punto G è più conosciuto in Asia. Sembra che nelle culture orientali la gente lo faccia da più di 6000 anni. In Asia, e in particolare in Giappone, l’erotismo è molto diffuso. È un’arte dove i limiti degli uomini e delle donne sono spinti al massimo.

Anche se la prostata è spesso al centro della discussione quando è associata a disfunzione erettile, cancro e difficoltà a urinare, può essere stimolata quando tutto funziona ancora bene. 

uomo soddisfatto